Archivio delle News

24/11/2017 - CONVENZIONE FRA REGIONE MARCHE, UFFICI GIUDIZIARI E UNIVERSITA' DELLE MARCHE PER TIROCINI NELLE CANCELLERIE E SEGRETERIE
E’ stata sottoscritta oggi 24 novembre 2017, presso la sede della Giunta regionale delle Marche, dal Presidente della Giunta Regionale delle Marche prof. Luca Ceriscioli, dal Presidente della Corte di Appello facente funzioni dott. Eugenio Cetro, dal Procuratore Generale della Repubblica presso la Corte di Appello dott. Sergio Sottani, dal Presidente del Tribunale Amministrativo Regionale delle Marche dott.ssa Maddalena Filippi, dai Rettori delle Università marchigiane prof. Sauro Longhi per l’Università Politecnica delle Marche, prof. Vilberto Stocchi per l’Università degli studi di Urbino “Carlo Bo”, prof. Francesco Adornato per l’Università degli Studi di Macerata, prof. Claudio Pettinari per l’Università degli Studi di Camerino, la convenzione con la quale Regione Marche si impegna a sostenere il progetto “L’ Ufficio per il processo”, con risorse pari ad euro ad euro 748.650,00 afferenti il POR Marche FSE 2014/2020, per finanziare duecentotrenta tirocini post lauream, che saranno promossi nei prossimi diciotto mesi dalle Università marchigiane presso le cancellerie e segreterie di tutti gli uffici giudiziari delle Marche, nell’ambito delle “Linee Guida nazionali in materia di tirocini formativi e di orientamento” del 25 maggio 2017, pubblicate il 7 giugno 2017.

Le risorse saranno assegnate tramite apposito Avviso pubblico regionale.

Tale importante risultato, fortemente voluto dal Presidente dott. Carmelo Marino, cessato dalla sua funzione di Presidente della Corte di appello di Ancona nello scorso agosto, è stato raggiunto grazie anche alla volontà, al forte impegno e alla fattiva collaborazione intercorsa fra i competenti Uffici Regionali, la dirigenza amministrativa della Corte di Appello e i competenti organismi degli Atenei Marchigiani, in particolare, in funzione di coordinamento degli stessi, la Direzione del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”.